Che sorriso!

 

Si conclude con un diciottesimo posto la Coppa del Mondo Hyeres di Marta Maggetti. Ora l'esame di maturità per il quale perderà il Campionato Europeo a Palermo

 

 

 

‘’E’ stata una tappa tosta questa della Coppa del Mondo ad Hyeres ma nel complesso sono soddisfatta’’. Questo il bilancio della velista della nazionale con maglia olimpica Marta Maggetti, del Windsurfing Club di Cagliari, che dall’appuntamento francese della Isaf Sailing World Cup porta a casa un 18 esimo posto finale ma anche dei buoni piazzamenti lungo i quattro giorni di regata: 11esima assoluta al primo giorno e un quinto e un settimo posto nella giornata finale.  Buone prestazioni che gli hanno portato prestigiosi apprezzamenti: ‘’Mi hanno fatto i complimenti i direttori tecnici federali e le compagne di squadra’’.

 

Sull’ultima giornata di regate: ‘’Molto soddisfatta nelle prime due prove  con 9/11 nodi sono partita molto bene, con una buona interpretazione del campo. Nella terza prova il vento è calato a 6/7 nodi, ho sbagliato il primo bordo ma poi ho fatto bene e recuperato diverse posizioni. A Hyeres ho lottato molto, alcune partenze non sono andate bene ma l’ultimo giorno è stato bellissimo conquistare il quinto e il settimo posto. Sicuramente è stato un grande allenamento’’. Programmi per il futuro? ‘’Ora devo pensare alla scuola, mi devo impegnare molto per superare l’esame di maturità  quindi ci sarà una pausa a giugno  dalle competizioni previste in calendario, ma riprenderò a settembre con la partecipazione ai campionati italiani delle classi olimpiche che si terranno a Napoli mentre ad ottobre ci sono i mondiali a Al Mussanah in Oman. Purtroppo in Italia le superiori durano 5 anni mentre negli altri paesi 4 e le mie colleghe coetanee si sono potute dedicare con tutte le loro energie al windsurfing. L’anno prossimo se supero  l’esame e concludo le superiori vorrei dedicarmi completamente alla vela, quest’anno  non ho potuto dedicare tutte le mie energie alla preparazione fisica. All’Università sarà più gestibile conciliare il mio impegno sportivo con quello scolastico’’.   Questo il bilancio della 19 enne velista cagliaritana che vuole far bene a scuola e poi focalizzare  i suoi sforzi e le sue risorse nello sport. ‘’C’è tanta strada da percorrere ma sono determinata’’.

 

Marta insegue Flavia Tartaglini. "Ieri Flavia mi ha fatto i complimenti per le ultime regate a Hyeres" dice felicissima Marta. "Anche la Sensini, che ieri era in gommone, si è complimentata con me!"

 

E ora, dopo tanti complimenti, Marta si dedica all'esame di Maturità

 

 

COMUNICATO STAMPA – 26 APRILE 2015

È terminata a Hyeres, in Francia, dopo cinque giorni di regate, la prima tappa europea dell’ISAF Sailing World Cup, la Coppa del Mondo delle classi olimpiche e paralimpiche: l’Italia conquista una medaglia di bronzo nella classe 49er FX con Giulia Conti e Francesca Clapcich, mentre Gabrio Zandonà e Andrea Trani sono ottavi nel 470 maschile.

 

Si è chiusa oggi a Hyeres la prima tappa europea dell’ISAF Sailing World Cup 2015, la Coppa del Mondo delle classi olimpiche e paralimpiche che per cinque giorni ha riunito nella ventosa località francese che si affaccia sul Mediterraneo i migliori velisti impegnati nella preparazione alle Olimpiadi di Rio 2016. Una giornata dedicata alla disputa delle dieci Medal Race, le regate secche a punteggio doppio riservate ai top 10 di ogni singola classe, epilogo di un evento caratterizzato dall’alto livello tecnico degli equipaggi in regata e dal solito, eccezionale spettacolo offerto in acqua dalla vela olimpica.

Due gli equipaggi italiani impegnati oggi nelle Medal, disputate sui campi di regata Echo e Delta, i più vicini alla riva, con un bel vento teso di Levante che ha toccato i 20 nodi d’intensità e mare formato: una dose massiccia di adrenalina che è stata trasmessa in diretta sul canale You Tube dell’ISAF e sul sito di ESPN. Primo a scendere in acqua, l’equipaggio del 470 maschile formato da Gabrio Zandonà e Andrea Trani, che ha chiuso la Medal all’ultimo posto, un risultato che comunque non ha variato la classifica (ottavi) che i due occupavano prima della Medal.

A metà pomeriggio, ultima classe a disputare la propria Medal Race, è stato il turno delle ragazze del 49er FX, il bronzo ai Mondiali 2014 di Santander Giulia Conti-Francesca Clapcich, che partivano, prima della regata finale, dal terzo posto in classifica con un distacco di sette punti dalle prime, le brasiliane campionesse iridate in carica Soffiatti Grael-Kunze. Conti-Clapcich hanno disputato una regata all’attacco, conclusa al quinto posto proprio davanti alle brasiliane, risultato che non ha variato la posizione in classifica delle due azzurre che tornano così a casa con una medaglia di bronzo, ennesima prestazione positiva del percorso di avvicinamento verso Rio 2016.

Prossimo appuntamento con l’ISAF Sailing World Cup, la tappa di Weymouth, in Inghilterra, in programma dall’8 al 14 giugno. Ricordiamo che da quest’anno la Coppa del Mondo delle classi olimpiche e paralimpiche si disputa con un nuovo formato, studiato per limitare la partecipazione soltanto ai migliori equipaggi a livello internazionale. A Hyeres come a Weymouth e Qingdao (Cina, 14-20 settembre), quindi, il numero dei partecipanti per ciascuna classe è limitato a 40, flotta selezionata attraverso le Ranking List ISAF (30 presenze) e la prove di qualificazione del circuito EUROSAF (10 presenze), che nel caso di Weymouth è la Delta Lloyd Regatta di Medemblik (Olanda, 26-30 maggio). Il gran finale della World Cup di Abu Dhabi, in programma negli Emirati Arabi dal 27 ottobre al primo novembre, sarà invece riservato ai migliori 20 di ciascuna classe.

 

LA DICHIARAZIONE DEL DT MICHELE MARCHESINI

“Ancora una volta centriamo l’obiettivo di andare a podio a ogni tappa di Coppa del Mondo. Conti-Clapcich siglano un poker di rilievo, aggiungendo alle medaglie di Santander, Abu-Dhabi e Miami lo splendido bronzo di oggi. L’equipaggio italiano dello skiff femminile palesa quella solidità di prestazione che riteniamo importante e ricerchiamo per la seconda parte del quadriennio Olimpico.

 

Hyeres è sempre una regata da prendere "con le pinze”. Il campo di gara si è confermato tra i più impegnativi in assoluto ed ancor più quest’anno, nel suo range di vento meno consueto. Sicuramente abbiamo da lavorare parecchio nelle condizioni di leggero e oscillante, incontrate qui nelle giornate due, tre e quattro e che già avevamo sofferto a Miami in giornata uno, soprattutto in alcune classi. Peccato per il Nacra17, dove Bissaro-Sicouri hanno reso una prestazione opaca, principalmente per il poco smalto nelle partenze. Sappiamo comunque che il duo delle Fiamme Azzurre si saprà riscattare nel corso dei prossimi importanti appuntamenti. Rimanendo a parlare di classi di punta, vediamo nell’RS:X F un piccolo scivolone di Flavia Tartaglini e Laura Linares attestarsi sui suoi soliti valori, mentre degna di attenzione è la costante crescita della giovane Marta Maggetti. Nel maschile RS:X e Laser, come dicevamo poc’anzi dobbiamo affinare la gestione della regata, quando è richiesto di impostare la strategia sulle pressioni piuttosto che sugli angoli. Lo skiff maschile 49er ha un potenziale molto grande, ma manca ancora qualcosa, mentre vediamo progressi nel 470 F e attendiamo di vedere quali garanzie possa fornire per il futuro del 470 maschile il ritorno di Zandonà-Trani, ottavi questa settimana dopo il 24mo di Palma. Sicuramente questo loro risultato è di rilievo”.

 

 

Nacra 17 1.Billy Besson-Marie Riou/FRA; 2.Mandy Mulder-Coen de Koning/NED; 3.Renee Groeneveld-Steven Krol/NED; 11.Vittorio Bissaro-Silvia Sicouri; 17.Federica Sal­và-Francesco Bianchi; 31.Lorenzo Bressani-Giovanna Micol.

 

RS:X F 1.Lilian De Geus/NED; 2.Charline Pichon/FRA; 3.Patricia Freitsa/BRA; 13.Laura Linares; 18.Marta Maggetti; 23.Flavia Tar­ta­gli­ni; 36.Veronica Fanciulli.

 

RS:X M 1.Pierre Le Coq/FRA; 2.Piotr Myszka/POL; 3.Byron Kokkalanis/GRE; 16.Mattia Camboni; 24.Federico Esposito; 25.Daniele Benedetti;  37.Marco Baglione.

 

49er 1.Peter Burling-Blair Tuke/NZL; 2.Nathan Outteridge-Iain Jensen/AUS; 3.Erik Heil-Thomas Ploessel/GER; 17.Stefano Cherin-Andrea Tesei; 23.Jacopo Plazzi-Umberto Molineris; 27.Rugge­ro Tita-Giacomo Cavalli; 29.Giuseppe Angilella-Pietro Zucchetti; 34.Luca Dubbini-Roberto Dubbini.

 

49er FX 1.Ida Nielsen-Marie Olsen/NOR; 2.Martine Grael-Kahena Kunze/BRA; 3.Giulia Conti-Francesca Clapcich; 31.Maria O. Raggio-Paola Berga­­maschi; 38.G. Genesio-Francesca Volpi.

 

Finn 1.Giles Scott/GBR; 2.Vasilij Zbogar/SLO; 3.Edward Wright/GBR; 17.Michele Paoletti; 18.Filippo Bal­das­sari; 29.Giorgio Poggi; 32.Enrico Voltolini.

 

Laser Standard 1.Tom Burton/AUS; 2.Nick Thompson/GBR; 3.Robert Scheidt/BRA; 20.Francesco Marrai; 27.Giovanni Coccoluto; 33.Alessio Spa­do­ni; 38.Enrico Strazzera.

 

Laser Radial 1.Evi Van Acker/BEL; 2.Gintare Volungeviciute Scheidt/LTU; 3.Josefin Olsson/SWE; 19.Silvia Zennaro; 25.Joyce Floridia.

 

470 F 1.Fernanda Oliveira-Ana Barbachan/BRA; 2.Jo Aleh-Polly Powrie/NZL; 3.Camille Lecointre-Helene Defranche/FRA; 16.Roberta Caputo-Alice Sinno; 23.Elena Berta-Giulia Paolillo; 25.Benedetta Di Salle-Alessandra Dubbini.

 

470 M 1.Sime Fantela-Igor Marenic/CRO; 2.Mathew Belcher-William Ryan/AUS; 3.Luke Patience-Elliott Willis/GBR; 8.Gabrio Zandonà-Andrea Trani; 25.Matteo Capurro-Matteo Puppo; 35.Simon Sivitz Kosuta-Jas Farneti.

 
 
 
 
         

 

   
   

 
   

 

 

 

 

 

L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell'utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà alla loro pronta rimozione.