SAILINGSARDINIA

LA VELA DELLA SARDEGNA SUL WEB

 

 

 

 

 

               

 

 

 

 

Compra la maglia di Sailing Sardinia

 

Grande Cesare!

Strepitoso nono posto di Cesare Barabino in mezzo agli oltre 800 optimisti del Meeting del Garda. Molto bene anche Lorenzo Micheli

 
 

 

 

Ha trovato le sue condizioni, ma è stato proprio bravo. Il risultato di Cesare Barabino rimane uno dei più importanti della classe Optimist della Sardegna: nono su una flotta di oltre ottocento giovani velisti. Sì, perchè il meeting del Garda è uno di quegli appuntamenti imperdibili nella carriera di un Optimista. Sono sempre un migliaio gli Optimisti che raduna la Fraglia Vela Riva per questo evento, dividendoli in Cadetti (in genere sono circa 200) e Juniores che, per tradizione, fanno la parte del leone. Ed è proprio in questa categoria che il nostro Cesare ha strappato questo strepitoso risultato. C'erano le sue condizioni, come già detto, quasi sempre una bella Ora (il locale vento da Sud) che ha agevolato le regate dell'ormai cresciuto Cesare. Ma il passo, da solo, non basta: in batterie da 120 barche ci vuole quel guizzo in più che ti permetta di trovare il giusto spazio, soprattutto in partenza, quando stare in prima fila è una vera e propria guerra. E Cesare ha regatato alla grande, vincendo diverse prove e regatando con regolarità anche quando il vento calava un pò troppo per il suo peso. Non si poteva sbagliare e ogni più piccolo errore lo si pagava caro: basta vedere il 111esimo fatto dal velista di Olbia nell'ultima giornata; l'errore lo si paga pesantemente. Cesare aggiunge questo altro prestigioso risultato al suo palmares già bello ricco (Cesare è l'unico sardo ad aver vinto una Coppa Primavela), nonostante la sua giovane età. Ma se Olbia gioisce, non è da meno Cagliari che con Lorenzo Micheli centra un grandioso diciassettesimo tra i Cadetti. Ad essere sinceri ci aspettavamo un exploit di Alberto Nieddu, che ultimamente stava dominando il panorama Zonale, invece l'abbiamo avuto da Lorenzo che ha voluto farsi notare proprio in questo difficile appuntamento. "Siete mai stati al meeting del Garda? E' un evento incredibile con un'organizzazione pazzesca" Dicono così gli accompagnatori sardi al ritorno dalla trasferta gardesana "Sono ben ventinove le nazioni presenti e gli americani fanno una selezione per poter partecipare" Insomma è una di quelle esperienze che se non l'hai mai fatta, alla tua carriera di velista manca sicuramente qualcosa

 

 

L'italiano Riccardo Sepe stravince il 33° Meeting del Garda Optimist su 676 juniores. Vittoria azzurra anche tra le femmine con Gaia Bergonzini. Dominio nei cadetti dello svizzero Maxime Thommen. 

Edizione memorabile per le condizioni di vento varie, il bel tempo dei primi giorni e per le capacità tecniche dei partecipanti, che hanno affrontato regate anche con oltre 20 nodi di vento. 

Soddisfazione da parte di tutta l'organizzazione della Fraglia Vela Riva che grazie a genitori, soci ed addetti ai lavori sono riusciti a gestire al meglio un evento che per i suoi numeri altissimi è molto impegnativo da più fronti.

Bel successo di squadra della Fraglia Vela Riva: nlla categoria cadetti tre atleti nei primi 10: quarta assoluta e terza femmina Agata Scalmazzi, sesto Mattia Cesana, ottavo Liam Sebastian Stampone. Anche negli juniores Giorgia Cingolani ha conquistato l'argento tra le femmine e un ottimo decimo assoluto.

 

Riva del Garda (ITA) - Per il terzo anno consecutivo l'Italia conquista l'ambita vittoria al Meeting del Garda Optimist, manifestazione organizzata dalla Fraglia vela Riva, già Guinness World Records, che quest'anno ha avuto la partecipazione di 29 nazioni e 863 giovani velisti (187 cadetti e 676 juniores). Il romano Riccardo Sepe (Circolo della Vela Roma) è riuscito in tutte queste quattro giornate a mantenere la concentrazione e una buona velocità della barca nelle condizioni trovate sul Garda Trentino, dapprima con vento forte e onda ripida e infine con vento leggero sui 10-12 nodi nelle ultime due prove disputate a metà mattina della domenica di Pasqua. Prima della finalissima la tensione era sicuramente alta tra i primi tre che erano racchiusi in soli 2 punti, ma nel finale Sepe ha dato il meglio di sè e con i due scarti inseriti nella classifica generale grazie alle nove prove totali disputate, e alle due ultime bellissime regate, ha lasciato a ben 23 punti il danese Christian Spoodsberg. Sepe ha concluso nono nella penultima regata contro il 93esimo del danese; nella prova finale ha dominato fin dalla prima bolina, andando a stravincere con merito il 33° Meeting del Garda Optimist. Oggi i suoi avversari sono decisamente crollati dato che il secondo ha realizzato un 93 e un 22 parziali e il terzo classificato, il norvegese Uffe Tomasgaard, un 25 e un 57. Ha vinto la penultima regata l'ungherese Arthur De Jonghe, un po' alterno nei suoi parziali e con una squalifica.

 

Vittoria italiana anche tra le femmine, con l'azzurra (già presente al mondiale Optimist in Argentina nell'ottobre 2014) Gaia Bergonzini (Fraglia Vela Malcesine), che di giorno in giorno ha guadagnato posizioni su posizioni, fino a conquistare oltre che la vittoria di categoria, anche un bellissimo quarto posto assoluto. Quinto Gabriele Centrone (oggi non brillantissimo con 97,17). Seconda femmina, decima assoluta e prima portacolori tra gli juniores della Fraglia Vela Riva Giorgia Cingolani. Terza di categoria la tedesca Theresa Steinlein, terza assoluta nell'ottava regata.

 

Cadetti: dominio svizzero per Maxime Thommen

I più piccoli cadetti sono riusciti a disputare in tutto 6 regate: quattro di qualifica e due di finale con la flotta suddivisa in gold e silver. La vittoria è andata con una certa scioltezza allo svizzero Maxime Thommen protagonista di tre vittorie parziali, un quarto e un ottavo, oltre al 15° scartato. Thommen ha preceduto ben tre ragazzine, con il bel vantaggio di 15 punti sulla seconda. Podio dunque per la maggior parte femminile con seconda (e prima femmina) la russa Alexandra Lukoyanova, prima nella penultima regata; terzo posto assoluto e seconda femmina la turca Okyanus Arikan, ad un solo punto dalla russa e un importante quarto posto assoluto e terza femmina della portacolori della Fraglia Vela Riva Agata Scalmazzi, sempre regolare nelle posizioni parziali (5-3-10-9-4-5).

 

Il Meeting del Garda Optimist: una grande regata, ma soprattutto una grandissima esperienza di vita

Nonostante il normale tifo patriottico e l'attenzione per i primi avvenuto anche durante lo streaming è da ricordare la partecipazione di tutti gli altri baby velisti, che hanno affrontato da soli condizioni impegnative, per alcuni situazioni completamente nuove con un numero di barche attorno enorme, o la suddivisione in batterie, che per molti è stata una novità e una ulteriore difficoltà. Esperienze agonistiche, ma anche di vita preziosissime, che rimangono la motivazione principale di questo tipo di manifestazioni dedicate ai giovanissimi. Lo stesso Francesco Bruni, ormai ex tattico di Luna Rossa, ha voluto portare suo figlio Ubaldo di soli 9 anni a Riva del Garda, perchè si ricorda quanto sia stato importante per lui partecipare alle regate sul Garda, spesso affrontando vento e freddo. Anche dal punto di vista tecnico la manifestazione è decisamente cresciuta per essersi adeguata a percorso e sistema di partenza alla pari di un Mondiale di Classe.

 

NUOVI LINK:

 

Classifiche:

Juniores: http://www.fragliavelariva.it/sites/default/files/regatta/r1827-result-f3617.htm

Cadetti: http://www.fragliavelariva.it/sites/default/files/regatta/r1827-result-f3616.htm

 

 
 
 
 
 
         

 

   
   

 
   

 

 

 

 

 

L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell'utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà alla loro pronta rimozione.