SAILINGSARDINIA

LA VELA DELLA SARDEGNA SUL WEB

 

 

 

 

 

             

 

 

 

 

 

 

Il discorso del Presidente

Vigne Surrau al comando!

 

Dopo quello di Napolitano e quello di Grillo, ecco che arriva il discorso del Presidente di Sailing Sardinia
 
 

 

Eccoci alla fine dell’anno 15 di Sailing Sardinia. Sì, quindici anni di entusiasmo per la nostra vela, la vela della Sardegna, quindici anni di vela raccontata nel web con tanto lavoro da parte mia e di tutti quelli che, in un modo o nell’altro, hanno dato il loro contributo a divulgare le notizie di vela. Sono stati quindici anni sempre in crescita,  con un numero sempre crescente di visitatori e di news. Ma questo è il primo anno in controtendenza, il primo anno in cui i nostri numeri, anziché crescere, sono diminuiti. Come mai? La crisi colpisce anche Sailing Sardinia?  Sicuramente il fattore economico colpisce direttamente ed indirettamente Sailing Sardinia, ma certamente ci sono diversi altri motivi. Il motivo principale è che, in passato, per sapere le news di vela della Sardegna, esisteva solo Sailing Sardinia: se volevi sapere qualcosa delle regate sarde, a parte il piccolo spazio (che a volte non era poi così piccolo) dedicato dai nostri due più importanti quotidiani, c’era solo SS. La gente aspettava il Lunedì, il Martedì per sapere delle regate del fine settimana. Ora invece c’è un fortissimo concorrente: facebook. Ora tutte le news passano prima per il social network e ciò che leggiamo su tutti i blog, spesso, non sono che copia/incolla di quello già visto su fb. E Sailing Sardinia non fa eccezione; spesso si riportano news rubate da facebook. Quindi con Sailing Sardinia abbiamo raddrizzato il tiro cercando di mettere resoconti, un po’ più originali, particolari degli eventi velici. Riducendo la quantità a favore dell’originalità. Insomma cerchiamo di far sapere cose che su fb ancora non sono finite. E poi le news più appassionanti…

E cosa ci ha appassionato in questo anno appena concluso? Facile rispondere, facilissimo: la stessa cosa che ci ha appassionato in tutti questi quindici anni, le regate! Le regate, soprattutto quelle che fanno i nostri campioni, soprattutto i nostri giovani campioni.  E proprio dai giovani campioni, nonostante i risultati sempre strepitosi (tra tutti spicca il titolo mondiale di Carletto in windsurf e il titolo italiano Optimist (il secondo!) di Bettina), arrivano le note dolenti. Lo scorso anno, in questo periodo, eravamo in pieno entusiasmo per il Consorzio Eccellenze veliche. In tanti avevamo sostenuto economicamente la nuova iniziativa partita dalla sinergia tra YCCagliari e WCCagliari. Ci siamo quotati e, in tanti bonifici arrivati, si leggeva il forte desiderio di sostenere i nostri ragazzi. Ci siamo sentiti come dei mecenati, come dei tifosi, di quelli che nel tifo ci mettono il cuore, pronti a far di tutto per sostenere i nostri ragazzi, i nostri campioni. L'ultimo esempio lo abbiamo avuto da Pietro Murru che si deve essere sentito un vero tifoso quando, grazie ad una azienda a lui vicina, è riuscito a procurare un sostanzioso contributo per far andare i fortissimi surfisti del WCC al Mondiale di Clearwater in Florida. Ma Pietro è stato solo l’ultimo e  più eclatante caso di sostegno per chi nella vela vorrebbe eccellere. In quindici anni di Sailing Sardinia abbiamo visto tanti fortissimi campioncini che si sono poi persi non appena finita l'attività giovanile, quella che insomma è ancora “umana” dal punto di vista economico. L'ultimo esempio è Giovanni Meloni. Giovanni è uno dei più grandi talenti velici che abbiamo mai avuto. Un concentrato di passione, talento e dedizione che lo ha portato ad essere uno dei più forti quattroventisti italiani dopo essersi vinto un titolo italiano Optimist. Beh, ora Giovanni ha mollato le regate per dedicarsi alla nuova attività di allenatore a Malta. "Più vado avanti e più mi rendo conto che per regatare ad alti livelli bisogna avere soldi...ma soldi veramente!" E come dargli torto? L'ambizione del Consorzio è proprio quella di dare un futuro agonistico ai giovani talenti che concludono la loro attività agonistica. Ora abbiamo Marta Maggetti e Michele Cittadini...Hanno finito il loro percorso giovanile e, regatando in una classe olimpica come l'RSX, avrebbero bisogno di un supporto economico. Il Consorzio dovrebbe sostenerli, ma...le risorse dei privati non bastano. Ci vorrebbero le istituzioni. Che sono completamente assenti. Certo che un aiutino dalla Zona potrebbe dare quel pizzico di ufficialità all'iniziativa...

Le regate:

In Sardegna regnano le veleggiate. Sono ormai le uniche occasioni in cui si può "regatare" Il virgolettato è d'obbligo perchè le regate con barche diverse lasciano il tempo che trovano: fareste fare una gara di macchine ad una 500 assieme ad una Ford Fiesta ad una Audi A6 e ad una BMW e poi stilare una classifica calcolando ipotetici compensi per la macchina più lenta? Difficile, vero? Eppure questo nella vela è la norma ed è così che capitano episodi come nella recente Sidney-Hobart in cui barca come l'anziana Wild Rose (29 anni) batta mostri tecnologici come Comanche, il futuristico super.maxi da 100 Piedi (appena varato) comandato da Ken Read e timonato da James Spitthill. Regate a compensi...Per fortuna esistono le varie classifiche ORC, IRC, ORCI, IMS, Line Honour ecc. ecc. così si riesce a dare un premio a tutti. Sì, avete capito bene...ci piacciono le regate con i monotipi, quelle dove vince chi arriva primo e il primo è uno solo: cioè le regate in monotipo, a barche uguali.  E, visto cheVigne Surrau al comando! in Sardegna non abbiamo i soldi per comprarci il monotipo all'ultimo grido, ben vengano le regate con il brutto e antico J24 che permette a tutti, con veramente pochissimi soldi, di regatare ad armi pari. Ecco, le regate tra i J24 saranno quelle che ci appassionano di più e quindi cercheremo di seguirle quanto più possiamo. Ma regate a barche uguali sono anche quelle con le derive e anche lì saremo presenti il più possibile. Hobie Cat e Laser sono le classi regine. Perchè? Semplicemente perchè fanno autonomamente la comunicazione e puntuali, sono sempre presenti su Sailing Sardinia. I primi hanno addirittura un vero e proprio staff guidato dal Commodoro Domiziano Nenna, i Laser invece hanno quel personaggio storico della vela sarda che si chiama Mario Orlich che cura da sempre la classe in maniera esemplare. Le altre classi? Beh, qualcuna fatica (420) qualcuna ha alti e bassi  (470) e qualcuna ha sempre grandi numeri ma scarseggia in comunicazione (Optimist). Poi c'è il Windsurf classe che parla da sola con i risultati dei nostri ragazzi...

Antonello

 

 

Ora ripercorriamo il 2014 con le foto delle news più cliccate

 

 

Il Consorzio Eccellenze Veliche: sostenuto finora dai privati. Vedremo mai un sostegno da parte delle istituzioni?

 

Unica realtà velica dell'altomare sono le veleggiate e le regate a compensi e vele bianche

 

Nel 2014 ci ha lasciato Sergio Gaibisso, il PRESIDENTE della FIV

 

Domiziano Nenna e Daniela Farina due pilastri della classe Hobie Cat. Ne gestiscono la comunicazione

 

Con il disconoscimento di Sailing Sardinia, la classe J24 rientra nelle grazie della FIV. Parliamo della "querelle J24" che ci ha appassionato i primi mesi del 2014

 

Il Campione del Mondo Wave sbarca a Capo Mannu. Che numeri!!! Per fortuna c'era Roberto Marci

 

Gli olimpici della vela lasciano Cagliari dopo un Inverno ricco di allenamenti

 

Cino Ricci spara a zero sulle nuove regole dell'Altomare

 

Vigne Surrau al comando!

Vigne Surrau continua a vincere le regate e ad essere squalificato per cavilli burocratici

 

I fortissimi windsurfisti di Coppa del Mondo Alberto Menegatti e Finian Maynard si allenano a Cagliari seguiti da Giuseppe Pugliese

 

Nel paradiso di Stintino Marco Begalli vince lo Stintino Contest, ma il giovane Michele Cittadini...

 

Ecco Luna Rossa. Parola d'ordine: massima discrezione. Ecco le prime uscite a Cagliari

 

Ad Alghero Vento de L'Alguer raccoglie l'eredità di Velalguer

 

I ragazzi di Luna Rossa giocano con i Moth. Il nostro video

 

Kite e Cagliari un binomio indissolubile: il Mondiale juniores

 

Nello Zonale di Slalom i giovani iniziano a vincere

 

Antonello Ciabatti e Luisa Mereu ancora Campioni Italiani Hobie Cat

 

Botta Dritta sfiora la vittoria all'Italiano J24

 

Slide_3

Che evento spettacolare il Gran Slam di Coluccia. Tante discipline in un unica manifestazione

 

Alessandro Masala si invola verso la vittoria del suo ennesimo titolo zonale Laser

 

Carlo Ciabatti vince a Brest il titolo Mondiale Techno 293 nella più impegnativa delle categorie: Under 17

 

Alcuni momenti della vela cagliaritana raccontati da Gianfranco Gessa

 

Andrea Mura si prepara per regatare con un IMOCA60

 

http://3.bp.blogspot.com/-ok2yRcQXgmc/VB8ZtzOUaBI/AAAAAAAAFsA/FPpMc40D7fI/s1600/_AS75544.jpg

Il Festival della Vela si abbina alla Bart's Bash e diventa internazionale

 

La prima delle nostre interviste doppie ha come protagonisti Angelo Corrias e Davide Gorgerino, tante volte avversari in sala di protesta

 

Salvino De Muro, storica figura della vela cagliaritana, ci ha lasciato.

 

Anche i Moth di Luna Rossa partecipano ai Criterium del Windsurfing Club Cagliari

 

Marta Maggetti, quest'anno, non ci regala nessun titolo mondiale ma è sua la medaglia di bronzo al Mondiale Giovanile RSX di Clearwater (Florida). Michele Cittadini è ottimo secondo tra i maschietti!

 

Bettina Fedele. Dopo una gloriosa carriera sull'Optimist, si prepara ad una nuova avventura in 420. Ma lontano dalla Sardegna...

 

Capo Mannu gran paradiso per i surfisti! Iniziano le mareggiate invernali

 

A Coluccia l'Ajò Classic, una manifestazione dal format all'insegna del divertimento

 

A Dicembre il "Ciabatti". Un'edizione ricca grazie alla concomitanza della Coppa Italia di Windsurf

 

Lo Yacht Club Cagliari festeggia i suoi primi 50 anni.

 

La genuinità romagnola di Max Sirena rende più simpatica la comunicazione blindata di Luna Rossa.  Ma non vi ricorda Cino Ricci?

 

Marta Maggetti e Giorgia Speciale, le due regine del Windsurf giovanile nella nostra intervista doppia

 

Chiudiamo l'anno con l'intervista doppia di Andrea Cucchi e Alberto Menegatti, capo e atleta della veleria Point7

 

 

 

Se volete rivedere il dettaglio delle news qui riportate visitate il nostro archivio

 

 
 
 
 
 
 
         

 

   
   

 
   

 

 

 

 

 

L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell'utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà alla loro pronta rimozione.