SAILINGSARDINIA

LA VELA DELLA SARDEGNA SUL WEB

 

 

 

 

 

                 

 

 

 

 

 

 

News from "Sa Barra"

 

Se, grazie alle squadre olimpiche e a Luna Rossa, Cagliari diventa capitale del Mediterraneo per la vela e Capo Mannu è già lo spot più importante del Mediterraneo per il wave riding, invece Sa Barra, a S.Antioco, sta diventando la capitale del freestyle. E da Sa Barra ci arriva...

 

 

Local, istruttore e atleta del Windsurfing Club Sa Barra, Rossel Bertoldo fa parte del team freestyle di Gaastra/Tabou Italia, sponsored by White Reef. Quinto al Sa Barra Freestyle Contest 2013, nono alla sua prima partecipazione al Campionato Nazionale Freestyle in occasione del Windsurf Grand Slam di Coluccia e terzo alla Coppa Italia Tow In al Windfestival, ora è in vacanza a Camocim e dopo qualche mese di prove in acqua anche nel suo home spot nel sud Sardegna ci presenta le sue sensazioni riguardo il Twister 100 litri 2014 di casa Tabou. 

 

Dettagli tecnici 

Twister 100lt: lunghezza 228 cm, larghezza 64

Pinna: 1x Sashimi II 18 (Slotbox)

 

ROSSEL BERTOLDO

Grafica bellissima, superslide, stacco facile e velocità per una tavola adatta a tutti. Sono queste le caratteristiche principale del Tabou Twister 100 litri anno 2014. Le principali differenze che ho notato rispetto allo scorso anno, sono sicuramente la velocità e la bolina. Rispetto al 2013 Tabou ha deciso di indietreggiare leggermente sia la scassa dell’albero, sia la scassa della pinna e, a mio parere, le modifiche hanno portato il loro vantaggi.

 

skopu900 from rossel bertoldo on Vimeo.

VIDEO SKOPU 900

Non è nuovo invece lo slide, che da anni caratterizza il Twister. Durante le mie session mi sorprendo giorno dopo giorno di quanto la tavola "scivoli" durante l’esecuzione delle slide moves, elemento che sicuramente giova a tutti quei rider che si stanno avvicinando al mondo del freestyle. Altra caratteristica importante è sicuramente la poppa molto marcata. Questa permette di avere un “pop” super reattivo e di perdonare qualche errore in manovra.

 

burner from rossel bertoldo on Vimeo.

VIDEO BURNER

Il mio trim

Per sfruttare al meglio la velocità della tavola, posiziono la base del piedino a 2,5cm dal basso. Le straps anteriori le ho posizionate sui secondi tasselli partendo dalla poppa, sia all'interno che all'esterno. La straps posteriore l’ho posizionata, partendo da poppa, rispettivamente nei secondi tasselli dietro e nei penultimi davanti. Ovviamente questo permette di trovare facilmente le straps nell’andatura in switch stance minimizzando la perdita di velocità. 

 

Foto: Michele Tagliafico, Salvatore Selis

 

 
 

 
 
 
 
 
         

 

   
   

 
   

 

 

 

 

 

L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell'utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà alla loro pronta rimozione.