SAILINGSARDINIA

LA VELA DELLA SARDEGNA SUL WEB

 

 

 

 

 

                 

 

 

 

 

 

 

Grazie Giorgia!IMG_4714.JPG

 

L'anconetana Giorgia Speciale, vincendo il titolo mondiale U15 femminile, salva la spedizione azzurra ai mondiali di Sopot in Polonia
foto courtesy Vincenzo Baglione (Albaria)
 

 

 

Sì, ormai siamo ripetitivi, ma i tempi di Marta Maggetti, Michele Cittadini e Mattia Onali sembrano lontanissimi, nonostanteIMG_3649.JPG sia passato un solo anno. I titoli internazionali a cui ci eravamo abituati sono ormai un lontano ricordo e la nuova generazione di surfisti cagliaritani ha ancora tanto pane duro da masticare. Ok, ok la classe sta subendo un'evoluzione incredibile con una crescita di livello esponenziale. Gli oltre quattrocento iscritti al Mondiale di Sopot in Polonia sono la testimonianza che si sta passando da una classe "amatoriale" ad una professionistica. Nel giro di qualche anno si arriverà ai numeri degli Optimist costringendo ogni nazione a fare le selezioni per i propri atleti. E anche nella preparazione si vedono le differenze. Se prima bastava il solo talento per far sì che un atleta emergesse, ora, al talento, bisogna abbinarci una preparazione molto più professionale, quasi da olimpiade. Le nazioni che hanno primeggiato sono infatti quelle che già vantano una tradizione olimpica sulla tavola e sanno come affrontare una stagione internazionale impegnativa come è ormai diventata quella dei Techno 293. Ma ciò non toglie che Marta e Michele ci manchino tanto...

Gli italiani. Un solo nome: Giorgia Speciale! La piccola Giorgia from Ancona ci fa veramente sognare e sembra inserirsi IMG_4648.JPGdi diritto nell'affollata elite del windsurf nazionale femminile. Lei è il giusto proseguimento della lista Sensini-Tartaglini-Linares-Fanciulli-Maggetti, testimoniando per l'ennesima volta che, in Italia, i pantaloni li portano le nostre fanciulle. Con lo splendido Rubish (Roberto Pierani) come allenatore, Giorgia ha proprio conquistato tutti, non solo con le sue grandi prestazioni in mare, ma anche grazie alla sua allegria nelle interviste (l'avete vista nel video di Pollack quando Rubish le prende le misure? E il suo inglese?). Sì, Giorgia è un gran bel personaggio che sembra affrontare con il giusto divertimento (funny dice nell'intervista) questa sua avventura surfistica. Giorgia piace e speriamo tanto continui a trasmettere questa allegria (e a vincere) anche quando gli impegni saranno più importanti. E dopo Giorgia? La nostra Enrica Schirru (cresciuta con il mito di Marta Maggetti) è ottima settima nella stessa categoria della surfista anconetana, a pari punti con Rosanna Stancampiano, ma poi sembra esserci il vuoto. Marco Rossi nel suo resoconto finale evidenzia che l'Italia balza in testa nel medagliere all-time...Ma, classifiche alla mano, se escludiamo la vittoria di Giorgia, gli altri italiani sono stati ben lontani dalle zone calde delle classifiche. L'unica in cui si intravede qualche spiraglio è la Under 17

Under 17 Merita discorso IMG_4811.JPGa parte questa categoria. Grande attenzione perchè qui tutto è incentrato sui prossimi Youth Olimpic Games che si terranno nel 2014 in Cina. In questo Mondiale l'Italia è andata alla ricerca della qualificazione che purtroppo è sfuggita. Bisognava entrare tra le prime quattro nazioni europee e il nostro Carlo Ciabatti, con il suo tredicesimo finale, non è riuscito a far meglio di un quinto tra nazioni. In questa categoria abbiamo una gran bella presenza della squadra siciliana che questa volta sembra essere stata disorientata dalle difficili condizioni (bonacce alternate a groppi di vento) dei primi giorni. Sono andati IMG_3671.JPGmeglio quelli che hanno saputo ridurre al minimo i danni nelle prove più difficili e lo dimostra la vittoria dell'Israeliano, che è campione con una sola vittoria parziale, mentre il Francese, con ben cinque primi di giornata, è finito addirittura settimo. Missione fallita quindi per la squadra italiana che dovrà riprovarci all'Europeo in Israele. Ma nel fallimento intravediamo un briciolo di ottimismo. Carlo, per esempio, con il suo tredicesimo, è in ottima posizione se dalla classifica togliamo tutti quelli che, per limiti di età, l'anno prossimo non potranno partecipare all'Olimpiade Giovanile. Sì, insomma, parliamoci chiaro, in questa categoria tutti guardano a questa olimpiade e, prendendo atto della inaspettata sbandata della squadra siciliana, per le prossime regate ne vedremo delle belle, con i nostri sicuramente in un ruolo da protagonisti.

I sardi. Enrica Schirru affronta le regate con la sua notaIMG_4748.JPG determinazione e il suo settimo posto in U15 femminile ripaga il suo impegno. Enrica è cresciuta surfisticamente con sempre davanti agli occhi il mito di Marta Maggetti e, l'avere in casa simili esempi da emulare, le fa avere la marcia in più. Enrica non molla mai, e non riesce a primeggiare anche perchè, nella classe, come dicevamo prima, il livello si è alzato notevolmente e raggiungere il podio è bello impegnativo. Enrica ha la fortuna di avere alle spalle una famiglia che la appoggia in tutto e ora si tratta di vedere come supererà la fase adolescenziale. Per ora sta andando alla grande. Carlo Ciabatti , come già detto, ha fatto benino. Il non aver mai mollato l'ha fatto stare a ridosso dei primi dieci, ma ha fallito la qualificazione della nazione per il YOG (Youth Olimpic Games). Positivo invece il suo risultato se rapportatoIMG_4231.JPG tra i surfisti che potranno partecipare proprio al YOG (quelli nati nel 98 e 99). Mattia Onali. Ultimo anno per lui sul Techno e si pensava sarebbe stato l'atleta chiave per qualificare la nazione al YOG, soprattutto dopo un buon inizio che lo vedeva con degli ottimi parziali. Ma poi, con l'arrivo dei venti leggeri è crollato, inanellando una serie di ...esimi che probabilmente l'hanno poi stroncato psicologicamente. Mattia, chiudiamo il capitolo Techno (che ti ha regalato anche un titolo mondiale!) e guardiamo avanti all'RSX! O allo slalom? Gli altri? Ehm...insomma Virginia Ganna, Stefano Virdis, Giovanni Benoni, Riccardo Onali, sono ancora lontani da poter ambire a posizioni di rilievo e per il momento nessuno di loro ha ancora mostrato un parziale guizzo vincente. Sì, c'è da lavorare...

 

IMG_5088.JPGIMG_5094.JPGIMG_5055.JPGIMG_4749.JPGIMG_5025.JPGIMG_4810.JPGIMG_4068.JPG

d

 

 

Marco Rossi, Coordinatore Nazionale T293 & RS:X:
“Conclusa l’ottava edizione dei mondiali nel segno di Israele (due successi contro uno per Italia e Russia), è tempo di prime statistiche.
Nonostante una prestazione di massa nelle parti alte delle classifiche, la Francia non ha vinto alcun titolo, e così pure la Gran Bretagna è rimasta a secco (solo un bronzo).
Così l’Italia ora guida il medagliere all time dei Mondiali: un’altra soddisfazione dopo essere l’unica nazione ad aver sempre vinto almeno un oro in ciascuna edizione e condividere con gli amici di Israele l’essere sempre saliti sul podio in tutte le edizioni.

MEDAGLIERE ALL TIME MONDIALI T293:
ITALIA O 9 A 4 B 7 Totale 20
GRAN BRETAGNA O 8 A 8 B 5 Totale 21
FRANCIA O 7 A 5 B 5 Totale 17
ISRAELE O 4 A 7 B 7 Totale 18
RUSSIA O 2 A 0 B 0 Totale 2
SPAGNA O 1 A 2 B 3 Totale 6
POLONIA O 1 A 2 B 1 Totale 4
HONG KONG O 0 A 2 B 1 Totale 3
BIELORUSSIA O 0 A 1 B 2 Totale 3
USA O 0 A 1 B 0 Totale 1
ARGENTINA O 0 A 0 B 1 Totale 1″


 

“Ma i Mondiali di Sopot avevano anche un altro scopo, quello di qualificare direttamente per i Giochi Olimpici Giovanili YOG le prime tre nazioni sia in campo maschile che femminile. Evitando loro di passare attraverso il ripescaggio dei campionati continentali.IMG_4843.JPG I risultati hanno premiato Russia, Hong Kong e Gran Bretagna in ambito femminile; Israele, nuovamente Hong Kong e Bielorussia in ambito maschile. Ma, a nostro avviso e non solo, non è stata una decisione corretta l’aver consentito ai nati nel 1997 di qualificare la propria nazione per una manifestazione nella quale potranno gareggiare solamente i nati nel 1998 e 1999. Tenendo presenti i soli nati nel 1998 e 1999, Carlo Ciabatti sarebbe al terzo posto, alle spalle dell’israeliano Omer e dell’argentino Saubidet, e avrebbe così qualificato l’Italia. Ovviamente la qualifica è solo rimandata all’Europeo di Torbole. Con Israele già qualificato, l’Argentina interessata a qualifiche nel suo continente,  l’unica vera rivale appare la Francia, anche sulla scorta dello spessore della sua flotta under 15 in passaggio di categoria. I posti disponibili sono quattro, e quindi non dovrebbero sorgere soverchi problemi. Un pizzico di rammarico rimane comunque, perché, se non discutiamo i meritiIMG_4899.JPG di Israele e Hong Kong (che giocherà gli YOG quasi in casa), la Bielorussia dispone di due eccellenti campioni classe 1997, ma è lungi dall’avere una filiera di atleti ad alto livello nelle annate successive.
Se analizziamo il settore femminile, Giulia Alagna sarebbe settima globale e quinta di nazione. Con Russia e Gran Bretagna qualificate, a Torbole i rivali saranno naturalmente Francia e Israele, a cui si potrebbe aggiungere l’Olanda. Sarà una qualifica avvincente.
Tornando ai risultati di Sopot, occorre sottolineare la maiuscola prova di squadra dell’under 15 femminile. Alle spalle di Giorgia Speciale (SEF Stamura Ancona) campionessa mondiale con due secondi posti nell’ultima giornata di competizioni, il settimo posto di Enrica Schirru (Windsurfing Club Cagliari), l’ottavo di Rosanna Stancampiano (CCR Lauria Palermo) e il tredicesimo di Alessandra Papitto (LNI Ostia) testimoniano la qualità della nostra scuola, che rivaleggia ad armi pari con la Francia. Sul podio con Giorgia l’israeliana Katy Spychakov e la francese Océane Montaut. L’altra atleta italiana in gara, Virginia Ganna (Windsurfing Club Cagliari), ha concluso al 27° posto.
L’under 17 maschile, dove IMG_5003.JPGerano in acqua ben 159 atleti, ha registrato la netta vittoria dell’israeliano Ofek Elmeleh che, pur aggiudicandosi solamente una prova, ha mostrato una continuità di risultati tale che il secondo in classifica, il rappresentante di Hong Kong Rafeek Kikabhoy, è stato quasi doppiato nel punteggio. In terza posizione, anche in questo con un distacco abissale dal secondo, il bielorusso Mikita Tsirkun, A completare i top five l’israeliano Yoav Omer e l’altro bielorusso Artiom Yavadav. Migliore degli italiani –  e, come già detto, terzo tra gli atleti della classe 1998 – Carlo Ciabatti (Windsurfing Club Cagliari) al 13° posto, frutto di risultati sempre regolari, con il picco di un terzo posto parziale. In 18a posizione Ruggero Lo Mauro (CCR Lauria Palermo), con due settimi parziali. Antonino Cangemi (CCR Lauria Palermo) è  21°, autore di tanti ottimi parziali tra il 3° e il 18°, vanificati da due prestazioni attorno al quarantesimo che gli hanno impedito di entrare tra i top ten, confermando comunque tutto il suo valore espresso nelle due medaglie under 15 dello scorso anno. A seguire il 24° posto di Alberto Zerillo (Albaria Palermo) quinto nell’ultima prova, il 30° di Francesco Tomasello (CCR Lauria Palermo), il 33° di Luca Di Tomassi (Nauticlub Castelfusano) con un settimo e un nono parziali, il 39° di Mattia Onali (Windsurfing Club Cagliari) più a suo agio nelle prime giornate di vento forte, il 42° di Matteo Evangelisti (LNI Civitavecchia), il 74° di Roberto Di Stefano (Albaria Palermo) IMG_4963.JPGa completare il discorso gold fleet.
Nella silver: 87° Riccardo Busetta (Società Canottieri Marsala), 88° Marco Ragusa (Nauticlub Castelfusano), 92° Guglielmo Conti (CCR Lauria Palermo), 95° Jacopo Renna (Circolo Surf Torbole), 111° Stefano Virdis (Windsurfing Club Cagliari), 123° Leonardo Naspetti (Sef Stamura Ancona).
In campo under 17 femminile vittoria russa (la seconda nella storia Techno) con Stefania Elfutina che ha preceduto Ma Kwan Ching di Hong Kong e la britannica Emma Wilson. Alle loro spalle parecchie atlete israeliane e francesi, con la prima italiana, Eugenia Bologna (Società Canottieri Marsala) dodicesima con una bella vittoria nell’ultima prova. Una competizione tutta in rimonta che ha sfiorato l’ingresso nei top ten. Distante solo una manciata di punti. Anche Giulia Alagna (Società Canottieri Marsala) ha recuperato parecchie posizioni, per terminare i Mondiali al quindicesimo posto.IMG_4951.JPG
Le altre concorrenti italiane nella silver fleet: Katrin Benedetti (LNI Civitavecchia) 40°, Laura Torchia (Albaria Palermo) 41°, Simona Torchia (Albaria Palermo) 45°.
Risultati da interpretare nella categoria under 15 maschile, dove la regata è stata un duetto tra francesi e israeliani, capaci di inserire dieci atleti nei primi dodici. Vittoria per Yoav Cohen, sul podio con i due transalpini Ton Monnet e Tom Arnoux. E gli italiani, che da anni consideravano questa categoria come la loro cassaforte, non sempre a podio ma sempre con prestazioni di squadra ritmate su tantissimi atleti nei top-15 o almeno nei top-20? Il migliore è risultato Nicolò Renna (Circolo Surf Torbole, classe 2001) con un ottimo 32° posto considerato che quasi tutti gli atleti erano classe 1999 e 2000, seguito dal  fratello Riccardo Renna (Circolo Surf Torbole) 34° e da Federico Vetro (Albaria Palermo) 37°, Nella silver 52° posto per Andrea Bufalini (Planet Sail Bracciano), 54° per Michele Ricci (Sef Stamura Ancona) anch’egli classe 2001, 64° per Riccardo Onali (Windsurfing Club Cagliari) terzo italiano 2001, e 72°per Giovanni Benoni (Windsurfing Club Cagliari).
I nostri cuccioli dodicenni si sono comportati al meglio,IMG_4871.JPG maturando una grande esperienza che sarà loro utilissima per il futuro, ma è difficile competere per il vertice quando in acqua vi sono tanti ragazzi cui rendono uno o due anni. Purtroppo a questo mondiale erano assenti i primi tre della graduatoria-ranking di Coppa Italia, Daniele Gallo, Gabriele Salerno e Niccolò Bianconcini, così come il quinto Benjamin Romeo. A ranghi completi forse avremmo potuto ottenere qualche risultato migliore.
I Mondiali vanno dunque in archivio con una generale soddisfazione per l’ottima organizzazione del Circolo Velico di Sopot che ha celebrato il suo 30° anniversario. Un ringraziamento ai dirigenti e ai collaboratori del sodalizio polacco. Il grazie della classe a tutti coloro che hanno collaborato alla trasferta in Polonia, al teamleader Valerio Linares, ai coach Gianlorenzo Imbriaco e Blasco Bongiorno, all’osservatore federale Mauro Covre, agli allenatori e responsabili di circoli al seguito e ai genitori presenti nella sede di regata.
L’attenzione del windsurf giovanile si sposta ora a Tavira in Portogallo per i Campionati Europei Youth Eurosaf dove, nella classe RSX Youth sotto la guida di Mauro Covre, saranno presenti Elena Vacca, Michele Cittadini e Giuseppe Zerillo. Le regate sono in programma per tutta la settimana entrante.
Per la classe Techno 293 l’arrivederci è agli Europei 2013, in programma a Eilat in Israele dal 27 ottobre, e per gli Europei 2014, in calendario al Circolo Surf Torbole dal 21 al 27 aprile 2014, dove siamo chiamati a staccare i biglietti per i Giochi Olimpici Giovanili YOG di Nanchino.”

 

Per saperne di più vedi anche:

 

Under 17
1 ISR 602 Elmeleh Ofek 2.0 3.0 4.0 2.0 (5.0) 2.0 4.0 1.0 (21.0) 3.0 5.0 2.0 28.0
2 HKG 20 Kikabhoy Rafeek (17.0) 3.0 10.0 1.0 5.0 8.0 (11.0) 8.0 1.0 6.0 2.0 10.0 54.0
3 BLR 714 Tsirkun Mikita 4.0 4.0 3.0 12.0 1.0 (14.0) 1.0 24.0 (27.0) 1.0 11.0 16.0 77.0
4 ISR 24 Omer Yoav 2.0 1.0 (23.0) 5.0 20.0 4.0 12.0 2.0 (35.0) 4.0 30.0 6.0 86.0
5 BLR 766         Javadav Artiom 1.0 6.0 (7.0) 4.0 1.0 3.0 10.0 13.0 (38.0) 8.0 23.0 20.0 89.0
6 FRA 710 Guevel Clément 29.0 5.0 (81.0 RET) 2.0 4.0 20.0 (35.0) 6.0 6.0 16.0 4.0 4.0 96.0
7 FRA 662 Pouliquen Oël (5.0) 1.0 1.0 1.0 4.0 1.0 34.0 10.0 28.0 (81.0 BFD) 16.0 1.0 97.0
8 FRA 999 Mollard-Tanguy Hugo 1.0 (8.0) 2.0 5.0 3.0 2.0 33.0 7.0 17.0 (45.0) 21.0 8.0 99.0
9 HKG 23 Leung Tsz Chung 14.0 2.0 (33.0) 6.0 10.0 4.0 13.0 18.0 2.0 2.0 29.0 (53.0) 100.0
10 FRA 532 Carissan Baptiste 3.0 12.0 (81.0 RET) 7.0 3.0 7.0 (54.0) 11.0 54.0 18.0 1.0 3.0 119.0
11 ARG 40 Saubidet Birkner Francisco (8.0) 7.0 5.0 4.0 2.0 1.0 3.0 5.0 (81.0 DNC) 81.0 DNC 6.0 9.0 123.0
12 GBR 962 Wilson Dan 19.0 (46.0) 8.0 20.0 2.0 9.0 19.0 26.0 5.0 13.0 8.0 (34.0) 129.0
13 ITA 171 Ciabatti Carlo 14.0 10.0 16.0 10.0 RDG (17.0) 3.0 15.0 14.0 (31.0) 24.0 10.0 22.0 138.0
18 ITA 13 Lo Mauro Ruggero 20.0 14.0 11.0 25.0 (30.0) 7.0 (81.0 OCS) 28.0 7.0 12.0 18.0 19.0 161.0
21 ITA 17 Cangemi Antonino (23.0) 11.0 10.0 8.0 18.0 15.0 (48.0) 44.0 12.0 42.0 3.0 11.0 174.0
24 ITA 152 Zerillo Alberto 13.0 10.0 (49.0) 26.0 RDG 22.0 30.0 (53.0) 9.0 23.0 28.0 27.0 5.0 193.0
30 ITA 165 Tomasello Francesco 20.0 (31.0) 16.0 22.0 21.0 16.0 (51.0) 17.0 10.0 41.0 20.0 43.0 226.0
33 ITA 24 Di Tomassi Luca 27.0 32.0 11.0 32.5 RDG 31.0 (34.0) 28.0 (58.0) 9.0 39.0 7.0 23.0 239.5
39 ITA 134 Onali Mattia (33.0) 8.0 2.0 6.0 16.0 13.0 49.0 53.0 (60.0) 56.0 41.0 38.0 282.0
42 ITA 85 Evangelisti Matteo 39.0 40.0 18.0 25.0 11.0 (57.0) (47.0) 37.0 42.0 26.0 22.0 37.0 297.0
 
Under 15 girls
1 ITA 1 Speciale Giorgia (5.0) 2.0 (3.0) 2.0 2.0 1.0 2.0 1.0 1.0 2.0 2.0 2.0 17.0
2 ISR 617 Spychakov Katy 2.0 (10.0) 2.0 1.0 7.0 2.0 1.0 3.0 2.0 (13.0) 1.0 1.0 22.0
3 FRA 66 Montaut Océane (9.0) 3.0 4.0 7.0 1.0 3.0 3.0 9.0 8.0 (16.0) 3.0 6.0 47.0
4 FRA 44 Olivier Camille 7.0 (9.0) 8.0 8.0 3.0 6.0 9.0 4.0 4.0 3.0 4.0 (10.0) 56.0
5 HKG 31 Choi Wing Chi 1.0 5.0 5.0 16.0 6.0 4.0 (18.0) 5.0 3.0 4.0 15.0 (18.0) 64.0
6 FRA 998 Rosique Olivia 3.0 1.0 1.0 (17.0) 4.0 (11.0) 11.0 7.0 9.0 11.0 7.0 11.0 65.0
7 ITA 76 Schirru Enrica 4.0 4.0 12.0 (15.0) 5.0 10.0 8.0 10.0 7.0 (14.0) 6.0 4.0 70.0
8 ITA 130 Stancampiano Rosanna 10.0 6.0 14.0 5.0 9.0 5.0 7.0 2.0 (29.0 OCS) (15.0) 9.0 3.0 70.0
9 ISR 295 Isaak Yarden 8.0 (17.0) (29.0 RET) 4.0 11.0 13.0 13.0 11.0 11.0 7.0 5.0 5.0 88.0
10 JPN 1113 Niijima Rina (20.0) 8.0 12.0 DPI 10.0 8.0 8.0 4.0 (21.0) 13.0 12.0 8.0 7.0 90.0
11 POL 507 Majewska Magdalena 11.0 12.0 11.0 (13.0) 10.0 9.0 5.0 8.0 (14.0) 8.0 10.0 9.0 93.0
12 POL 313 Sulikowska Lidia (29.0 DNF) 15.0 (29.0 DSQ) 3.0 16.0 14.0 6.0 6.0 10.0 1.0 13.0 16.0 100.0
13 ITA 75 Papitto Alessandra 6.0 14.0 15.0 9.0 15.0 7.0 (19.0) 16.0 (17.0) 5.0 11.0 8.0 106.0
14 LAT 116 Kaupa Aleksandra 13.0 (20.0) 6.0 (18.0) 14.0 12.0 10.0 17.0 5.0 9.0 16.0 12.0 114.0
15 ISR 967 Levy Shir 12.0 11.0 9.0 (19.0) 17.0 15.0 15.0 15.0 16.0 10.0 (20.0) 15.0 135.0
16 RUS 15 Malyshenko Ekaterina 14.0 13.0 (29.0 OCS) 12.0 13.0 (24.0 DPI) 12.0 12.0 12.0 23.0 DPI 14.0 13.0 138.0
17 MEX 28 Aguilar Chavez Peon Mariana 15.0 16.0 13.0 6.0 12.0 17.0 (21.0) 14.0 21.0 (22.0) 18.0 17.0 149.0
18 ISR 963 Koren Noga (23.0) (29.0 DNF) 16.0 11.0 18.0 16.0 17.0 18.0 15.0 17.0 12.0 14.0 154.0
19 ESP 263 Suarez Magui 16.0 7.0 10.0 14.0 20.0 21.0 14.0 22.0 (29.0 OCS) 20.0 (24.0) 22.0 166.0
20 POL 678 Suchcicka Zuzanna 18.0 (24.0) (29.0 RET) 22.0 24.0 20.0 20.0 13.0 18.0 6.0 17.0 19.0 177.0
21 LAT 128 Ceplenience Nikola (29.0 DNF) 22.0 20.0 20.0 21.0 18.0 16.0 (23.0) 19.0 23.0 19.0 21.0 199.0
22 IND 3 Coelho Katya 17.0 18.0 (29.0 DSQ) 21.0 25.0 22.0 22.0 20.0 25.0 DPI (26.0 DPI) 21.0 26.0 217.0
23 POL 187 Skorupska Iga 19.0 19.0 19.0 23.0 22.0 26.0 (27.0) 25.0 22.0 24.0 23.0 (27.0) 222.0
24 POL 365 Belof Karolina 22.0 (29.0 DNF) 18.0 (25.0) 23.0 25.0 23.0 24.0 24.0 19.0 25.0 23.0 226.0
25 GBR 894 Adcock Mia Louise 21.0 23.0 21.0 24.0 19.0 24.0 (26.0) (29.0 DNF) 23.0 25.0 26.0 25.0 231.0
26 POL 134 Marciniak Weronika (29.0 DNF) 21.0 17.0 26.0 26.0 23.0 25.0 19.0 25.0 (27.0) 27.0 24.0 233.0
27 ITA 157 Ganna Virginia (29.0 DNC) (29.0 DNC) 29.0 DNC 29.0 DNC 29.0 DNC 29.0 DNC 24.0 29.0 DNF 6.0 26.0 22.0 20.0 243.0
28 POL 300 Marcinowicz Julia (29.0 DNC) (29.0 DNC) 29.0 DNC 27.0 29.0 DNC 29.0 DNC 29.0 DNF 29.0 DNF 29.0 DNC 29.0 DNC 28.0 28.0 286.0

 

 
 
 
         

 

   
   

 
   

 

 

 

 

 

L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell'utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà alla loro pronta rimozione.