SAILINGSARDINIA

LA VELA DELLA SARDEGNA SUL WEB

 

 

 

 

 

                 

 

 

 

 

 

Il meglio del meglio

 

Dopo un grandioso inizio giunge al giro di boa il Gran Slam di Coluccia, manifestazione il cui successo sta superando le più rosee aspettative

 

 

 

 
foto Vittorio Greggio

 "La cosa che più mi spiace é non riuscire a rilassarmi un po' e andare a cena con Amici consiglieri ed Atleti.....ormai conosco tutti i granelli di sabbia della spiaggia..."

Carlo Cottafavi Presidente AICW

 

L'AICW ha già vinto la sua scommessa con questo Gran Slam che ha raccolto diverse discipline in un unico evento, in unico periodo e in unica località. Il Maestrale delle Bocche ha dato il benvenuto ai surfisti presenti a Coluccia e ha permesso lo svolgimento delle gare di Freestyle e Slalom. Ci immaginiamo il Presidente, Carlo Cottafavi, e l'organizzatore Stefano Pisciottu, gongolanti per il successo della manifestazione. Ora, giunti a metà di questo storico evento, ci si prepara al gran finale che si presenta però, meno frenetico dell'inizio. Intanto, accompagnati dalle foto di Vittorio Greggio, vediamo il daily report di questi primi giorni

 
01 GIUGNO 2013 - Stasera il Presidente AICW Carlo Cottafavi ha di che festeggiare. Se la sfida del Windsurf Grand Slam 2013 era quella di riunire i migliori atleti italiani delle diverse discipline del windsurf nazionale, è bastata la prima giornata di gare per decretarne il successo: Freestyle, Slalom e Formula Windsurfing si sono alternati nella acque di Coluccia, segnando una data storica per il windsurf italiano.

I primi a scendere in acqua sono gli atleti del Freestyle per un tabellone che allinea il meglio della disciplina a livello nazionale con ben quattro campioni nazionali e molti outsider a caccia del titolo 2013. Il ponente sui 18-20 nodi è un po' altalenante, ma le manovre in acqua si dimostrano al livello delle aspettative. La finale per il terzo e quarto posto vede il successo del local acquisito Stefano Lorioli su Marco Vinante, mentre per il primo e secondo posto si sfidano, come da pronostico, Jacopo Testa e Mattia Fabrizi, campione nazionale in carica. La finale è memorabile: Kabikuchi, Burner 900, Culo, Kono, Shaka… una sfida risolta sul filo dei punti a favore di Japo tra i due migliori freestyler del momento.

Contemporaneamente al Freestyle iniziano le batterie dello slalom, con atleti come Andrea Rosati impegnati ad alternarsi fra una disciplina e l'altra! Al termine del single elimination del Freestyle il campo di regata viene stato spostato davanti alla sede del Porto Liscia Club per la seconda semifinale e le finali, offrendo una visione spettacolare al pubblico in spiaggia. Con vele tra 6.3 e 7.2 la vittoria è andata ad Andrea Rosati dopo una avvincente finale contro Matteo Iachino. Completa il podio Malte Reusche davanti a Marco Begalli.

Con il ponente impegnato ancora a soffiare sui 12-13 nodi con raffiche oltre i 20, riprendono le operazioni col double elimination di Freestyle e, in serata, di tre prove di Formula Windsurfing dominate da Malte Reuscher che porta a casa un triplete davanti a Marco Begalli e Andrea Volpini.

Grandiosa, come sempre, l’accoglienza e la disponibilità di Steddu Pisciottu e dello staff del Porto Liscia Club. Instancabile l'impegno di Michela e di tutto il team AICW. La caccia ai quattro titoli di Campione Nazionale AICW continua domani: appuntamento alle 8:00 per lo skippers' meeting del freestyle; a seguire, alle ore 9:00, quello delle altre discipline.

02 giugno 2013 - Grandissima seconda giornata di gare del Windsurf Grand Slam sulla spiaggia di Coluccia: il Maestrale sostenuto ha permesso subito la partenza del tabellone looser del Freestyle, con la conferma del risultato del primo tabellone di ieri e uno Jacopo Testa che ha mantenuto saldamente la prima posizione, nonostante il recupero incredibile di Mattia Pedrani che ha risalito tutto il tabellone, scalzando Vinante, Lorioli e Fabrizi e conquistando una meritatissima seconda posizione. Il vento che in certi momenti ha anche superato i 30 nodi ha permesso agli atleti del freestyle di esprimersi ai massimi livelli. Spettacolare la heat tra i due Mattia, Pedrani e Fabrizi: Shaka, Skopu, Gozzada 900, Burner e uno splendido Spock Culo per Pedrani, Burner, Air Flaka, Ponch, Kono, Skopu, Eslider per Fabrizi.

Dopo aver rimontato tutto il tabellone Pedrani arriva ovviamente provato in finalissima contro il vincitore di ieri, Jacopo Testa, che invece è freschissimo e sfodera il top delle manovre tra cui quello che è ormai il suo marchio di battaglia: la Kabikuchi - e chiude la heat con uno spettacolare Skopu. Per i giudici e per l'eveidenza è lui il vincitore del double. Nel pomeriggio viene dato il via al secondo tabellone con una nuova single elimination, che però si deve fermare prima alla heat finale tra Testa e Fabrizi per un improvviso calo di vento. Domani il tabellone ripartirà dalla finale per il primo secondo posto, per poi continuare con la finale terzo quarto posto tra Lorioli e Pedrani. L'appuntamento è alle 9.00 con lo skippers' meeting del freestyle.

Favoloso anche lo spettacolo che è arrivato dalle regate di Slalom: con il vento intorno ai 28 nodi, la successione delle batterie è stata davvero entusiasmante, grazie anche all’incantevole scenario della baia di Porto Liscia e al posizionamento strategico delle boe con ingaggi davvero serrati a pochi passi dalla riva e dal pubblico. Sfruttando il vento molto più intenso rispetto alla giornata di ieri Matteo Iachino ha tirato fuori la grinta del campione vincendo tutte e tre le prove disputate oggi. Lo spettacolo ha incluso numerose rotture di alberi, le immancabili proteste e squalifiche per le partenze anticipate, e i molte "sportellate" in boa che hanno visto protagonisti Iachino, Rosati, Reuscher, Begalli, Ferrin, Prati e Romano, solo per citarne alcuni. 
Le prove di Slalom sono andate avanti fino alle 19:30: in acqua anche anche gli Juniores e le Donne che si sono affrontati in condizioni decisamente impegnative per i pesi leggeri, che hanno visto prevalere Greta Marchegger nel tabellone femminile e Mattia Romano in quello degli Juniores. 

In tarda mattinata si è disputata anche una prova di Raceboard, disciplina che utilizza tavole con deriva. In acqua anche un atleta che merita grande rispetto: Harti Loeffler Di Casagiove, classe 1936. Purtroppo la sua regata è durata poco: in partenza il vento forte ha danneggiato la sua vela costringendolo al ritiro. Ma il "giovanotto" ha rifiutato di essere recuperato e ha preferito percorrere a piedi tutta la baia da Porto Pollo a Coluccia, sostenendo che “gli anni anagraficamente sono 77 ma biologicamente 37”. Anche la risposta della moglie Bruna è stata fantastica “Beh 37, facciamo 50 dai”. Per domani ha già pronta la sua vela datata 1974, di sicuro faremo il tifo per lui!
Tra le note di colore della giornata, il sardo Matteo Spanu ha gareggiato alcune batterie di Slalom con la sua tavola freestyle-wave e Fabio Calò, in gara contemporaneamente nel freestyle e nello slalom, ha corso una batteria dello slalom con l’attrezzatura da freestyle piazzandosi al terzo posto. Nonostante il tifo di tutta la spiaggia, il suo sforzo è stato vano: infatti ha fatto male i conti gareggiando in una heat non sua… comunque tutto rispetto per l’impresa!

La caccia ai quattro titoli di Campione Nazionale AICW continua fino a sabato 8 Giugno. Domani appuntamento alle 9:00 per lo skippers' meeting del freestyle; a seguire, alle ore 10:00, quello delle altre discipline.

03 Giugno 2013 - Dopo due giorni in cui la Sardegna ha regalato agli oltre cento partecipanti arrivati da ogni parte d'Italia vento forte e la possibilità di esibire il meglio di questo adrenalinico sport, oggi le cristalline acque di Coluccia - Porto Liscia sono state accarezzate da un vento gentile che non ha mai superato i 10-11 nodi, le condizioni ideali per i concorrenti del Raceboard, la disciplina che con le sue tavole dotate di deriva richiama gli anni dei pionieri della tavola a vela, che oltre 40 anni fa avevano trovato proprio in queste spiagge il luogo ideale per coltivare la propria nascente passione.

 In un clima decisamente estivo il comitato di regata è riuscito a portare a termine ben tre prove nella classe Raceboard, dominate da Luciano Treggiari che ha chiuso la giornata con tre vittorie consecutive. In gara anche il 77enne Harti Loeffler di Casagiove, che si è presentato al via con una vela storica, classe 1974, riuscendo persino a chiudere la prima regata in terza posizione, dietro alla local Roberta Piras. A dimostrazione che nonostante l'età la grinta non manca e che in regata non si fanno prigionieri, Harti ha protestato per una presunta scorrettezza in boa della giovane atleta sarda, ma il tutto si è risolto in un clima amichevole a favore di quest'ultima. Dopo quattro prove disputate (una sabato e tre oggi) la classifica generale del Raceboard vede in testa Luciano Treggiari, seguito da una coppia di local e promesse emergenti del windsurf sardo: Riccardo Carrus e Roberta Piras.

La giornata sembrava molto promettente anche per gli atleti della Formula Windsurfing, che hanno armato le loro attrezzature più grandi e sono rimasti invano in stand by tutta la giornata, aspettando i fatidici 7 nodi sula linea del via necessari a svolgere regolarmente le regate.

La caccia ai quattro titoli di Campione Nazionale AICW continua fino a sabato 8 Giugno, quando si aspetta un altro pienone di pubblico come quello ha seguito i primi due giorni di gara durante il weekend. Domani l'appuntamento è alle 9:00 per lo skippers' meeting del freestyle; a seguire, alle ore 10:00, quello delle altre discipline.

 

 

 
 
 
 
         

 

   
   

 
   

 

 

 

 

 

L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell'utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà alla loro pronta rimozione.