SAILINGSARDINIA

LA VELA DELLA SARDEGNA SUL WEB

 

 

 

 

 

                 

 

 

 

 

 

 

Un raduno a Caprera

 

 Continua senza sosta l'attività del neonato Yacht Club Cannigione. Questa volta tutta la squadra agonistica si è trasferita a Caprera dove oltre la vela hanno provato un pò di sana scuola di vita
 
 

 

 

Il primo raduno sociale, è nato da una mia idea, da tempo avrei voluto farlo ma solo quest'anno sono riuscito grazie all'impegno e aiuto da parte dei nostri soci. Dalla segretaria Mariantonietta, al direttore sportivo Maurizio, a Davide della squadra laser, a genitori e parenti.

Perchè tutto questo? Perchè cè bisogno sempre di qualche stimolo nuovo, tutto è iniziato per dare la possibilità alla squadra agonistica optimist di provare una barca moderna, doppia, con trapezio e gennaker, roba a loro sconosciuta. Una maniera per arricchire il loro bagaglio velico e variare il tipo di lavoro dopo una stagione intensa. A loro sono stati uniti la pre-agonistica optimist, ragazzini post scuola vela estiva, con un programma di iniziazione alla regata, e i piccolissimi da 7 a 9 anni con una barca collettiva per fargli provare a navigare insieme in equipaggio, e prendere coscienza di ciò che un optimist non può offrire. E' stata scelta Caprera, in quanto l'unica struttura a poter mettere a disposizione un posto fantastico, l'accoglienza e mezzi al top vicino casa, e a costi di logistica veramente contenuti, per il club e i ragazzi. Oltre al lato velico, era mia intenzione, cercare di rafforzare lo spirito di squadra, la collaborazione tra tutti, grandi e piccini, responsabilizzarli, e far provare loro a vivere da soli senza troppi fronzoli, insomma vivere in comunità. Il gradimento è stato superiore alle attese 20 ragazzi su 20 hanno aderito e genitori che al rientro: ma quando se ne fa un'altro???. Il programma è stato tostissimo, (anche per me) sveglia alle 6.30 colazione alle 7, e alle 8 in spiaggia ad armare, lezione e in mare dalle 9.30 alle 12.30. Pranzo, alle 14 lezione ancora e alle 15 mare fino alle 18. La sera dopo cena il debriefing. I ragazzi hanno fatto tutti la comandata di lavoro, apparecchiare, servire e lavare i piatti e pavimenti. Qualcosa di curioso?. Alle 5.30 i ragazzi erano già fuori dei capanni a chiacchierare, super eccitati e sempre in anticipo sugli orari (cosa mai vista) alla ricerca costante di qualcosa da pescare, finchè non si sono lanciati in acqua prima di cena e hanno portato a casa il polpo (con le mani)La partenza e rientro con gommoni carichi di attrezzature, borse e ragazzi, niente auto. Qualche numero? 20 ragazzi, 2 gommoni 3 istruttori io Maurizio e Davide, 5 barche doppie, 4optimist e una barca collettiva. Tutto questo solo con i nostri soldi, il nostro umile lavoro senza appoggio di associazioni o federazioni che nonostante i numeri e la qualità stentano ad essere capiti.

Sandrino

 

 

Facce da sveglia troppo presto?

 

Trasferimento da Cannigione a Caprera.

Ovviamente...via mare!

 
 
 
 
 
 
         

 

   
   

 
   

 

 

 

 

 

L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell'utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà alla loro pronta rimozione.