SAILINGSARDINIA

LA VELA DELLA SARDEGNA SUL WEB

 

 

 

 

 

                 

 

 

 

 

 

 

La disfatta di Berlino!

Assalto della squadra italiana Optimist a Berlino in occasione della BMW Team Race

 

 

 
 

 La fonte è l'ufficio stampa dello Yacht Club Olbia, ma gli organi di stampa internazionali tacciono la notizia. Pare che il datagate sia una di quelle notizie che, sbattuta in prima pagina, servano a confondere l'opinione pubblica per nasconderne una ben più rilevante e preoccupante. Ed è preoccupazione quello che si legge nella faccia di Angela Merkel preoccupazione che i media vogliono farci credere sia dovuta al datagate, ma grazie allo YCOlbia abbiamo scoperto a cosa sia realmente dovuta. Si tratta della sonora sconfitta che la Germania ha subito in occasione del BMW Team Race per gli Optimist a Berlino. Pensate, una manifestazione sponsorizzata dal colosso BMW, simbolo della perfezione industriale, della precisione tedesca, corsa nella città simbolo della Germania, in cui si sarebbe dovuto assistere ad un trionfo della squadra locale, che viene vinta dagli italiani... Sì, quegli italiani che sono l'ultima ruota del carro all'interno della Comunità Europea, sempre raffazzonati, molto approssimativi. Se poi ci aggiungi che in questa squadra italiana c'è una grande componente sarda (sì, Sardinien) allora la beffa è totale. Pare che i rapporti tra Germania e Italia -leggiamo sempre nel comunicato dello YCOlbia- stiano, per colpa di questa disfatta, attraversando una fase particolarmente delicata. Grande responsabilità hanno i nostri due optimisti Lorenzo Bassu e Bettina Fedele che sono rientrati in Sardegna sotto protezione. I due erano già stati notati dai tedeschi. Erano stati scrupolosamente seguiti in tutte le loro attività di preparazione prima di questo attacco alla Germania. Con particolare attenzione i tedeschi avevano seguito i due velisti all'Italiano di Follonica quando la Fedele vinceva il titolo italiano femminile e Lorenzo concludeva incredibilmente quinto assoluto! Da allora, grazie a tutti i sistemi tecnologici in possesso dei corpi speciali tedeschi, non sono più stati persi di vista. Ma nonostante tutto questo i nostri ragazzi sono riusciti ad arrivare fino a Berlino e a portare via l'ambito Trofeo BMW 

 

Grandissimo successo dell'Italia alla 26º edizione della BMW Team Race Cup a Berlino, battuta in finale la Germania 2-1, al terzo posto gli USA. Complimenti ai magnifici 5: Lorenzo Bassu, Elisabetta Fedele, Arianna Passamonti, Luca Valenti...no e Guido Gallinaro. Un ringraziamento ai tecnici della nazionale Marcello Meringolo e Riky Di Paco artefici di un ottimo lavoro di squadra.
Grande entusiasmo allo Yacht Club Olbia per il contributo che Lorenzo Bassu ha dato al raggiungimento della vittoria

 

Lorenzo Bassu, uno dei "guastatori" italiani sbarcati a Berlino per portare via il Trofeo BMW

 

 

Italia convincente e vincente alla regata Team Race Optimist di Berlino!

 

Dopo il brillante risultato di quest'estate in cui l'Italia ha vinto l'argento ai mondiali Optimist a squadre, con una nuova squadra Team Italy si è confermato tra i più competitivi al mondo anche alla regata Internazionale a squadre di Berlino, andando a vincere  la sfida decisiva contro la Germania per 2 a 1. 


 

Una grande prova di squadra dei 5 azzurrini Luca Valentino (CV Cesenatico), Elisabetta Fedele (YC Cagliari), Arianna Passamonti (Tibi Sail), Lorenzo Bassu (YC Olbia) e Guido Gallinaro (Fraglia Vela Riva), che hanno portato a casa la quarta vittoria da sempre per l'Italia  di questa ormai classica Team Race autunnale. L'Italia non vinceva dal 2005 e quindi è una vittoria prima rincorsa e ora davvero gustata, grazie anche al gran lavoro portato avanti dai tecnici della classe Opimist Ricky Di Paco e Marcello Meringolo, in sintonia con tutti gli allenatori dei ragazzi, che hanno prima programmato una serie di raduni ad hoc e infine accompagnato, seguito e organizzato questa bellissima trasferta!

 

L'avvio di manifestazione è stato incerto, ma nel momento più importante l'Italia si è presentata come una bella squadra compatta e coesa. 

Il percorso per arrivare alla finale non è stato facile, nonostante i 13 punti su 15 conquistati nel round robin e il secondo posto provvisorio dietro al Team Germany. 

Le due sconfitte subite nelle prime due regate contro Russia e Germania avrebbero stordito chiunque; invece questa squadra, match dopo match, si è affiatata sempre di più, reagendo e vincendo tutti i match successivi, non senza qualche arrivo tirato! 

Il problema iniziale era la troppa foga di aggredire gli avversari nei primi match, ma una volta capito questo, la squadra ha decisamente svoltato e utilizzato il regolamento per rallentare gli avversari, anzichè andare per forza in cerca di penalizzarli. 

La finale contro la Germania parte male con una sconfitta; a quel punto uno dei tecnici sprona a dovere la squadra, che reagisce al meglio. Dopo qualche incertezza nei primi bordi di bolina, il match diventa via via uno spettacolo - per chi capisce il meccanismo delle regate a squadre - e l'Italia va a vincere, costringendo la Germania a chiudere nelle due ultime posizioni (7-8) e 

portandosi così in parità. 

Nel terzo match la Germania continua a girare al primo e secondo posto, mentre l'Italia fa blocco sugli altri 2 componenti della squadra tedesca: dopo un lasco molto ben gestito da Luca Valentino si arriva all'ultima bolina e all’arrivo per l'Italia è 2-3-5-7 e quindi vittoria, meritatissima, soprattutto per averci creduto anche quando sembrava tutto finito. Terzo posto finale per Team USA e quarto per Team Nederland, sui 16 Team partecipanti. 

Bellissimo l’applauso di tutti gli arbitri ai nostri ragazzi subito dopo la vittoria, nonchè quello di team USA, che è andato ad accogliere il nostro team, passando i carrellini! 

Ma lo stesso applauso va anche a tutto il GAN - Gruppo Agonistico Nazionale Optimist - che ha contribuito alla preparazione di questa squadra durante l'ultimo raduno tecnico con Tezza, Salvadego, Spagnolli e Starc, che hanno fatto da preziosi e capaci sparring partner.

 

 
 
 
 
 
         

 

   
   

 
   

 

 

 

 

 

L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell'utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà alla loro pronta rimozione.