SAILINGSARDINIA

LA VELA DELLA SARDEGNA SUL WEB

 

 

 

 

               

 

 

 

 

 

Vincono D'Alì-Platone e i nostri...

 

Conclusa l'Arcipelago 650, primo appuntamento dei Mini che ha visto la vittoria dell'accoppiata D'Alì-Platone e la partecipazione dei nostri Zirone-Francese
 
 
"E' stata una regata divertente e la nostra vittoria è stata una gran bella sorpresa!" E' Pietro D'Alì a raccontarci dell'Arcipelago 650 regata che lo ha visto al suo esordio (vittorioso) nei Mini 650 in compagnia di Piero Platone. "E' stato difficile perchè noi regatavamo con una barca di serie e i Proto hanno degli accorgimenti fondamentali che li fanno andare molto di più" In effetti, solo l'albero in carbonio e la chiglia basculante fanno di un Proto una barca totalmente diversa da un mini di serie. "Siamo partiti avanti noi, fino al disimpegno. Poi ci hanno passato nel lungo bordo fino al Giglio...." E' entusiasta come sempre  Pietrino mentre racconta la regata e, anche se eravamo al telefono, ci sembrava di vedere le sue mani nel classico gesto che imita le vele sui bordi..."Di notte con lo spi grande abbiamo fatto il sorpasso decisivo...probabilmente McFarlane e Nannini si devono essere incartati o hanno tirato giù lo spi...non so..." Spiega così, Pietro,  la mossa vincente che l'ha portato in testa a questa difficile regata. Regata che ha visto la partecipazione dei nostri Fabrizio Zirone e Gian Piero Francese su Hasta Siempre, purtroppo ritirati, ma felici di aver tentato per la prima volta l'esperienza sul Mini. Ma per loro non è finita qui...

 

 

TRE MALEDETTE MIGLIA

Tre miglia, solo tre maledette miglia, Capraia è lì a un passo vicinissima, basta girarci intorno poi inizia la discesa, verso il meritato traguardo. E invece no, il vento gira ed arriva una botta di vento in faccia: tutto avviene in una manciata di secondi, il vento si
sapeva che doveva girare ma l'intensità della burrasca è davvero impetuosa e non prevedibile, il gruppo delle flotta riesce miracolosamente a scampare al groppone mentre "Hasta Siempre" un po' in ritardo lo prende in pieno; è una bolina pesante, una navigazione quasi impossibile con la barca completamente coricata nonostante tre mani di terzaroli e si naviga in mezzo al temporale; poi d'improvviso il colpo finale e risolutivo, un lampo ed un boato scuote il mini di Zirone-Francese: un fulmine colpisce la testa dell'albero e manda in tilt l'elettronica della barca; niente vhf e comprensibili momenti di brivido a bordo. Adesso sono soli in mezzo al mare senza alcun ausilio e contatto con la terra ! Si contano i danni, si riorganizzano le idee,"Hasta Siempre" per sopraggiunte avverse condizioni meteo, non è in grado a proseguire in direzione Capraia, si inverte la rotta e si fa prua verso Talamone: dal momento dell'avaria saranno ancora quindici lunghe ore di lunga navigazione fino al traguardo che verrà raggiunto alle 11:30 di ieri.
A terra è il momento del riposo, delle riflessioni, ma anche delle formalità del post-regata: incombe come un macigno, la regola 28.1 e la contestazione del mancato giro intorno a Capraia, la questione della mancata qualificazione è oggetto di disputa dinanzi al Comitato di Regata ... ma questa è un'altra storia. Alla fine della regata ben sei barche su ventuno risultano ritirate. Queste le parole di Fabrizio Zirone raggiunto dai nostri microfoni:"Ci si ferma per danni oppure per non causarne di più gravi. Noi abbiamo scelto la sicurezza e abbiamo fatto rotta verso l'arrivo con 40 nodi di Maestrale sulla p
oppa".
E' andata comunque bene, noi del team "Open Island", sapevamo che l'Arci era una regata di prova per testare barca ed affiatamento: così è stato e certamente l'esperienza per Fabrizio e Gian Piero è stata positiva
Non resta che concentrarsi ora, sul prossimo appuntamento del GPI in programma tra 14 giorni con partenza da Genova. Per tutti gli appassionati, per il Circolo Velico Porto Agumu di Pula e per FlyZone Sailing saranno 540 miglia di avvincente avventura che trascorreremo insieme ai due protagonisti "Open Island" ... appuntamento dunque, sempre qui sulla pagina FlyZone per il GPI 2013 Campionato Mini 650.

I prossimi appuntamenti “à la voile” 2013 targati Open Island:
Gran Premio d'Italia (GPI): 540 miglia in doppio con partenza e rientro a Genova con un percorso che si snoda nel Tirreno con boe a Capraia, La Caletta in Sardegna, Isola di Giannutri, Isola del Giglio, Isola d'Elba (13 - 20 Aprile)
Sanremo (MINI SOLO): 230 miglia nominali, con partenza da Sanremo in direzione est, attraverso un percorso lungo costa tra la Liguria e la Costa Azzurra, con boe a Isola di Gallinara tra Albenga e Alassio, Isola di Porquerolles e rientro a Sanremo (9 - 12 Maggio)
Seguiteci su FB, Youtube e Twitter: FlyZone Sailing Project
Visitate i nostri siti di riferimento:

https://www.facebook.com/pages/FlyZone-Sailing-Project/339626236082763
http://www.facebook.com/l/bAQFIpXBLAQEFLRMfe8ctQko3G6fsKN8VwOXDxs7S83Nkkw/flyzonesailing.wordpress.com/;
http://www.facebook.com/l/HAQG9WBLXAQGwSHM7VI-gVX3shLoiyH4GY4Xn03oKm-tvSQ/www.portodagumu.it/

http://arcipelago650.blogspot.it/

 
 
 
 
 
 
 
         

 

   
   

 
   

 

 

 

 

 

L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell'utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà alla loro pronta rimozione.