SAILINGSARDINIA

LA VELA DELLA SARDEGNA SUL WEB

 

 

 

 

 

                 

 

 

 

 

 

Fabrizio pensa e...scrive
Considerazioni a freddo di Fabrizio Zirone dopo il GP d'Italia per Mini650
 
 

 
II MIO GPI MINI 650 – AUTOANALISI DI UN REGATANTE

Cosa passa per la testa di chi naviga in mezzo alla bonaccia: considerazioni semiserie, sensazioni e pensieri in libertà alla ricerca dei perché e dei percome di una 5 giorni in mezzo al mare senza vento.
Conoscete la legge di Murphy "
Se qualcosa può andar male, lo farà"? Ebbene è proprio così: per quanto sia improbabile che si verifichi un certo evento, questo finirà molto probabilmente per verificarsi. Vi è mai capitato incolonnati al semaforo di avere la sensazione che la fila accanto alla vostra cammini più velocemente ed allora arciconvinti di ciò, cambiate repentinamente fila ed invece non cambia niente, perchè dopo poco la fila a fianco - da dove siete appena usciti - improvvisamente inizia addirittura a correre.
Sembra di poter credere che Murphy non fosse un ingegnere aerospaziale, quanto piuttosto un Minista e che la sua teoria l'abbia elaborata durante un Gran Premio d'Italia, nella bonaccia, appositamente per noi regatanti, per farci riflettere.
Volete degli esempi? Partenza in boa o in barca? Ok, in barca, e invece errore, troppi rifiuti, poca pressione; lato sx? e invece niente, è il lato dx quello che paga di più, guarda come si cammina, cambio, ci provi anche tu ed invece non è così, era meglio il lato dove eri prima.
Come si spiega la sensazione che il tuo avversario sia sul bordo giusto e tu no ed allora - ma sì - viriamo, perché certo, è decisamente meglio, come ho fatto a non capirlo prima ed improvvisamente
cambia tutto, niente più, era solo un'impressione. Ma come è possibile siamo a 300 metri di distanza, io sono fermo e lui cammina: allora via con le contromisure, su lo spi grande, no su il medio, tutta tela, meno tela, qualche grado alla poggia, no all'orza, ecco così va meglio, ma è poca cosa, siamo sempre lì, un po' avanti noi un po' lui, cambia poco, cambia niente; e poi c'è l'attesa della "vacation" con il comitato ogni 12 ore per le notizie delle posizioni in classifica e la conferma amara che la tua percezione era esatta… è avanti lui, di poco ma è avanti. Mille congetture e l'agonismo che ti stritola, che sia primo o ultimo non ha importanza, la tua gara contro l'avversario che hai a vista, è comunque come una Coppa America e se riesci a superarlo ed arrivare prima di lui, sei tu il vincitore e tocchi il cielo.
Pensieri ricorrenti nella tua testa, mille variabili che determinano gli esiti di una gara soprattutto se con centinaia di miglia da percorrere, situazioni meteo sfavorevoli ed imponderabili, coscienza dei propri limiti, strategie di gara e sensazioni di incertezza che la bonaccia amplifica ed esaspera: un minimo errore si paga e non si recupera, quella virata non la dovevo fare e l'avversario… è avanti. Vento, maledetto vento perché non soffi, che sfiga… poi però rifletti, gli altri sono già in porto: i bravi arrivano comunque sempre prima a prescindere!

Fabrizio Zirone per FlyZone Sailing

Facebook: FlyZone Sailing Project
blog: http://www.facebook.com/l/EAQG5EFsOAQFQqFhmVFpL3__hrq389iakiPd4AWF6DEOC3A/flyzonesailing.wordpress.com
mobile: 3471343899

 

 

 
 
 
 
 
 
         

 

   
   

 
   

 

 

 

 

 

L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell'utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà alla loro pronta rimozione.