SAILINGSARDINIA

LA VELA DELLA SARDEGNA SUL WEB

 

 

 

 

 

                 

 

 

 

 

 

 

In sedici per un Sociale
Sono tante le barche che si presentano alla regata sociale della LNI di Olbia
 
 

 

Si è svolta domenica scorsa l'edizione annuale della Regata sociale della Lega Navale Italiana sezione di Olbia. L'appuntamento, ormai da anni fissato per la prima domenica di settembre, era riservato alle imbarcazioni della classe Altura e Vele Bianche che si sono presentate in 16 sulla linea di Partenza.

Lo start, previsto nel golfo delle Saline, è stato regolarmente dato dal presidente del Comitato di Regata Gino Muzzoni e le imbarcazioni si sono lanciate nel percorso costiero che le ha portate, dopo aver passato Capo Ceraso, al golfo di Porto Taverna. Lì è stata doppiata la boa di metà percorso prima di fare rientro, per l'arrivo, al punto di partenza.

Per la classe Vele bianche era previsto un percorso ridotto con boa da girare a Punta Spalmatore.

Le imbarcazioni sono state accompagnate da un vento di grecale dapprima debole e poi via via diventato più sostenuto sino ad arrivare a 13 nodi.

Sin dalla partenza si vede che la barca da inseguire è Aria della LNI di Olbia che per l'occasione è timonata da Andrea Mariani. Il giovane velista olbiese si presenta primo alla boa di disimpegno e allunga su resto della flotta. Gli resistono solo Smorza è Llights dei fratelli Spano, timonata da Antonello Spano, Hlam di Roberto Silanos e Annamaria di Giancarlo Campus. A Capo Ceraso, causa una rotazione di vento sottocosta, si presenta in prima posizione Hlam con al timone Giorgio Fois e in equipaggio i giovani allievi della scuola di vela della LNI Olbia. Il J80, seguito da Smorza è Llights, sembra poter distaccare gli inseguitori ma una non corretta interpretazione del percorso gli fa perdere tempo prezioso e riconsegna il comando della Regata ad Aria che lo terrà sino al traguardo.

All'arrivo il J24 della LNI Olbia si presenta preceduto solo da Annamaria che, essendo iscitta in classe vele bianche, ha eseguito il percorso ridotto. Seguono, in classe Altura, il J80 Hlam, Smorza è Llights e Eta Beta di Salvatore Corda. La classifica in tempo compensato cambia solo per lo scambio di posizioni tra la barca di Roberto Silanos e quella dei fratelli Spano.

Nella classe vele bianche abbiamo già detto di Annamaria che si presenta prima all'arrivo ma primeggia anche in tempo compensato precedendo Alia di Monica Campesi e Imagine di Piero Cocco. Quest'ultima vince il duello con la gemella Wild Wind Grand Soleil 34 di Salvatore Muzzetto. La precede, infatti, di circa un minuto sulla linea d'arrivo.

Buone le prestazioni anche di Claudio Belloli sul feeling 346 Enrica, giunto quinto, e di Alessandro marfoli sull'oceanis 34 Angye (sesto).

Seguono Cesyl di Alessandro Porcu, Shinigh di Bachisio Marras e Timon di Fabio Fiorentino. Sono regolarmente partiti ma si sono ritirati per varie problematiche Deneb di Giorgio Zedda, Ajò di Ruggero Deiana e Arianna di Carlo Puddu.

Dopo la regata tutti i velisti sono stati ospitati presso la sede della LNI di Olbia dove li attendeva un abbondante pasto negli spazi realizzati sotto una copertura fatta con le vele di uno yacht.

Al pasto è seguita la premiazione dove, al vincitore della classe Altura, è stato consegnato il trofeo challenger che verrà assegnato definitivamente all'imbarcazione che se lo aggiudicherà per tre volte. Per ora Aria e Robeljò, di Edoardo Vivarelli, sono gli unici che l'hanno vinto per due volte. Al prossimo anno allora!!!

 

Un saluto,

Marco Frulio

(membro dell'equipaggio di Aria insieme ad Andrea Mariani, Mattia Meloni, Manuel Marotto e la bella Marilena Pattitoni :-) )

 
Vele Bianche

1 ANNAMARIA Campus Giancarlo Nicola Campus Sun Odyssey 42i 9,697628 14.06.06 2.30.06 3114,26

2 ALIA Campesi Monica Barone Ambrogio Jeanneau arxadia 30 4,779906 14.54.02 3.18.02 3152,63

3 IMAGINE Cocco Piero Cocco Piero ITA-IMAG Grand soleil 34 7,93012 14.39.05 3.03.05 3506,63

4 WILD WIND Muzzetto Salvatore Muzzetto Salvatore Grand Soleil 34 7,93012 14.40.48 3.04.48 3539,51

5 ENRICA Belloli Claudio Belloli Claudio Feeling 346 8,567118 14.42.15 3.06.15 3677,09

6 ANGYE Marfoli Alessandro Marfoli Alessandro Oceanis 34 6,126114 15.08.37 3.32.37 3694,27

7 CESYL Porcu Alessandro Porcu Alessandro ITA 1656 Kelt 8 6,516178 15.12.30 3.36.30 3848,24

8 SHINIGH Marras Bachisio Marras Bachisio Sun Odyssey 39 10,0513 14.44.22 3.08.22 3965,58

9 TIMON Fiorentino Fabio Fiorentino Fabio Sun Odyssey 37 8,794361 15.12.05 3.36.05 4310,62

10 DENEB Zedda Giorgio Zedda Giorgio Bavaria 37 8,320671 RET

10 AJO' Deiana Ruggero Deiana Ruggero Alo 28 5,776335 RET

10 ARIANNA Puddu Carlo Puddu Carlo Oceanis 361 8,089987 RET

Altura

1 ARIA LNI Olbia Mariani Andrea ITA-443 J24 732,2 14.34.59 2.58.59 10739 -610

2 SMORZA E' LLIGHTS F.lli Spano Spano Antonello ITA 11911 IOR 1/4 ton 700,3 14.41.07 3.05.07 11107 252

3 HLAM Silanos Roberto Fois Giorgio ITA-498 J80 669 14.39.59 3.03.59 11039 670

4 ETA BETA Salvatore Corda Salvatore Corda Comet 703 787,5 15.29.26 3.53.26 14006 1800

 

 
 
 
 
 
 
         

 

   
   

 
   

 

 

 

 

 

L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell'utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà alla loro pronta rimozione.