Peccato, ci siamo andati vicino.

 

La nostra “campionessa mondiale del mondo” Marta Maggetti  con la scritta Sardegna sulla vela?!? Purtroppo è solo un fotomontaggio e faceva parte del sogno che abbiamo inseguito in questi ultimi dodici mesi. Ma poi...

 

Video intervista

 

Il nostro sogno? Il Sailing Sardinia Team, un team che raccolga tutti i più forti derivisti della Sardegna che regatino in tutti i campi di regata internazionali con, sulle vele, i colori della nostra regione. Ma sarà realizzabile?

Si investe tanto sulla grande vela, mentre, chi la vela la pratica veramente, continua ad affrontare tutti i costi di una stagione agonistica ad alto livello appoggiandosi solo sulle risorse personali, di famiglia. Avremmo voluto che i nostri migliori velisti avessero a disposizione un budget sufficiente per partecipare agli appuntamenti internazionali e nazionali più importanti. Vorremmo vedere un nostro velista in lizza per un posto all’Olimpiade. Ci piacerebbe che, con la crescita del livello dei grandi eventi di vela sponsorizzati dalla Regione, ci fosse una crescita del livello agonistico dei nostri velisti. Insomma avremmo voluto vedere realizzato il sogno di far diventare grande la vela della Sardegna, quella più vera che continuiamo a credere sia quella delle derive. Ci avrebbe fatto piacere vedere la scritta Sardegna, quella con tutte le lettere colorate, sulle vele dei nostri, come l’abbiamo vista sul boma di Soldini prima e Simoneschi poi. E ci siamo impegnati, tanto.  Grazie alla disponibilità di Pietrino Fois (qual è il velista che non lo conosce?) e alla sensibilità del Presidente della Regione Ugo Cappellacci, sembravamo ben avviati alla realizzazione di questo sogno. Sembrava che un team di quattro/cinque velisti, i migliori, avrebbe avuto i fondi necessari per competere allo stesso livello degli altri velisti italiani che, ricordiamo, non hanno ad ogni trasferta, l’ulteriore spesa del traghetto che così tanto incide nell’attività sportiva di noi sardi. Sembrava tutto disposto. Tutto deciso.

Ma purtroppo non ci siamo riusciti. Sfiancati dalla lentezza della burocrazia, disgustati dagli spiacevoli episodi capitati in materia di circoli/contributi… insomma, noi ci siamo arresi. Abbiamo lavorato dodici mesi intorno a questo progetto investendoci tante energie e anche un po’ di denaro, ma ora, ci arrendiamo. Abbiamo però aperto una piccola porta, abbiamo fatto sentire la nostra voce e, (speriamo) questo servirà a chi, dopo di noi, si troverà ad affrontare la ricerca di contributi per i nostri atleti più meritevoli. Noi, con Sailing Sardinia, siamo sempre pronti, dove ci fosse la necessità, a dare il nostro modesto sostegno. A chiunque!

Non possiamo però chiudere senza un ringraziamento particolare a Pietrino Fois (vedi la sua intervista) che, da attivo regatante,  ci ha spassionatamente dato una grande mano e a Ugo Cappellacci che, nonostante abbia faccende ben più importanti di cui occuparsi, ci ha gentilmente accolto per ascoltare le problematiche dei regatanti sardi.

Speriamo quindi che  i prossimi siano più fortunati e  più bravi di noi, e incontrino più disponibilità da parte di qualche dirigente di qualche circolo che, non solo non ci ha aiutato, ma ci ha anche trattato da "trafficoni".

La parola a Pietrino Fois

 

 

 

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

   
   

 
   

 

 

 

 

 

L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell'utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà alla loro pronta rimozione.